60+ tatuaggi femminili super cool per il prossimo inverno!

Spunti, idee e consigli per poter realizzare i migliori tatuaggi femminili sulla vostra pelle (e decine di foto per un risultato più alla moda!).

tatuaggi piccoli femminili

I tatuaggi sono sempre più diffusi tra le donne, e stando a quanto affermano i più noti esperti di settore, le nuove tendenze in materia tattoo sono soprattutto “rosa”. D’altronde, sono soprattutto le donne ad aprirsi maggiormente e con maggiore convinzione a questo settore, contribuendo a cavalcare la diffusione di una realtà sempre più in voga, e che nel corso degli ultimi anni ha contribuito a cambiare anche l’idea stessa del tattoo, che proprio per andare incontro ai trend femminili sta “cambiando” le proprie impressioni, fino ad arrivare a canoni più in linea con il gusto “pink“.

Perché le donne scelgono di tatuarsi

A conferma di quanto sopra, sia sufficiente ricordare come al giorno d’oggi siano sempre di più le donne che scelgono di tatuarsi, per molteplici motivi. Molte persone amano tatuarsi per il solo piacere estetico, mentre altre vogliono tatuarsi per poter comunicare qualcosa mediante uno specifico messaggio visivo. Altre ancora scelgono questo mezzo per poter immortalare per sempre sulla propria pelle un determinato ricorso.

Che cosa viene tatuato sulla pelle delle donne

Numerosi sono anche i soggetti che le donne scelgono di tatuarsi. Alcune preferiscono ad esempio puntare sul nome del proprio compagno o del figlio, altre puntano sui disegni minimal, altre ancora frasi, parole, citazioni, e così via.

Al di là di ciò, qualunque sia il motivo di partenza il tatuaggio è sempre più immerso in un mondo femminile che pian piano ne sta modificando l’immagine, rendendolo sempre più comune, più dolce, più romantica, meno trasgressivo.

E così, tra i disegni più gettonati non troviamo più quelli della old school, come le ancore, ma si preferisce declinare i disegni della body art su sirene, farfalle, tattoo minimal e mini, e che con un livello di invasività piuttosto contenuto riescono comunque a comunicare il proprio messaggio con identici livelli di efficacia.

Cosa fare se ci si vuole fare un tatuaggio

Detto ciò, prima di consultare la nostra maxi gallery in materia, il nostro consiglio non può che essere quello di farvi un profondo esame di coscienza, frugando tra i vostri sentimenti e le vostre emozioni alla ricerca del motivo che potrebbe spingervi a realizzare un bel tattoo sulla vostra pelle.

Cercate pertanto di comprendere quali siano le motivazioni che vi inducono a tatuarvi, poiché proprio i motivi che vi spingeranno al tattoo saranno altresì quelli che dovrebbero ispirare il soggetto da replicare sulla vostra pelle.

Il secondo passo che dovreste realizzare è rappresentato infatti proprio dalla scelta del disegno o del “concept” da riprodurre sulla pelle. Il ventaglio di alternative è ampissimo, e non potrete che prendere qualche spunto dalle principali gallery che in questi mesi abbiamo avuto il piacere di replicare per voi! Valutate dunque se vi possa essere qualche valido modello, ricordandovi pur sempre di personalizzarlo a seconda delle vostre preferenze specifiche.

Pensate poi anche al luogo dove poter riprodurre il tatuaggio, tenendo in considerazione quale sia l’ampiezza e la tipologia di tattoo (che vincoleranno la dimensione dello spazio da occupare), e se il vostro ambito lavorativo sia o meno incline ad accettare tattoo visibili.

Fatto ciò, recatevi da un buon tatuatore di riferimento e ricordatevi di non avere mai fretta. Cercate cioè di condividere con il vostro artista qualsiasi aspetto del tatuaggio, chiedendo di realizzare una bozza prima di confermare il lavoro. Una volta ottenuta la bozza, soffermatevi ancora per qualche settimana, fino a metabolizzare nel modo più completo la scelta che avete effettuato. Alla fine di tutto ciò, non vi resta che cercare di confermare la vostra opzione, e farci vedere quale è stato il risultato finale!

40 meravigliosi tatuaggi femminili da farsi sull’avambraccio

Nuovi fantastici tatuaggi femminili che potete valutare sul vostro avambraccio: una gallery di oltre 40 modelli tutti da guardare!

tatuaggi avambraccio

L’avambraccio è una delle zone maggiormente tatuate all’interno dell’universo maschile, ma è altresì una zona molto ambita per tutte le donne che desiderano tatuarsi qualche simbolo su una parte del corpo visibile, sufficientemente ampia da permettere alla propria creatività di sfogarsi, e abbastanza facile da coprire qualora – ad esempio – nel luogo di lavoro non siano gradite le opere di body art (sarà sufficiente adottare qualche manica lunga).

Detto ciò in sede di introduzione, non possiamo che cercare di pianificare con maggiore attenzione qualche spunto utile per potervi permettere di arrivare all’individuazione del miglior tatuaggio femminile da farsi sull’avambraccio. Provate a leggere insieme a noi!

Tatuaggio sull’avambraccio: piccolo o grande?

Un primo bivio per tutte le donne che si stanno avvicinando in questi giorni alla realizzazione del proprio primo (o no) tatuaggio sull’avambraccio, è rappresentata dalla necessità di individuare quanto quest’ultimo debba essere ampio.

Molte donne per esempio amano i tatuaggi minimalisti, che sono particolarmente alla moda proprio in questi anni, scegliendo pertanto di tatuarsi pochi centimetri quadri, verso il polso o verso il gomito. Altre donne preferiscono invece tatuaggi molto ampi, fino a ricoprire quasi interamente questa zona.

Inutile ricordare, in questa sede, come i più gettonati siano sicuramente i primi: contrariamente a quanto avviene nel mondo maschile, dove non sono poi rari i tatuaggi di grandi dimensioni sull’avambraccio, l’universo femminile preferisce invece puntare in via quasi esclusiva sui tatuaggi di piccole dimensioni, che possano pertanto abbellire questa zona del corpo senza tuttavia eccedere con le porzioni di pelle occupate dai tattoo.

Che cosa tatuare sull’avambraccio

Una seconda scelta che è fortemente legata alla prima consiste nel cercare di comprendere che cosa valga la pena tatuare sul proprio avambraccio.

Naturalmente, se avete già scelto di tatuare solo una piccola porzione di pelle sull’avambraccio, difficilmente andrete a optare per un disegno molto complesso e ricco di dettagli, preferendo invece principalmente un disegno easy, senza troppe forme. Diverso è invece il discorso legato alla preferenza di un tatuaggio ampio: in questo caso la vostra creatività dovrà avere la meglio, scegliendo tra colori più o meno accesi, dettagli originali, e così via.

Si tenga anche conto che nell’universo femminile dei tatuaggi sull’avambraccio, sono piuttosto diffuse le scritte, messaggi testuali che evidentemente le donne amano replicare sull’avambraccio, probabilmente poggiando la propria preferenza sul fatto che l’avambraccio stesso è una zona del corpo che si presta facilmente a essere ricoperto di frasi e citazioni, considerata l’estensione orizzontale.

Niente naturalmente vi vieta di puntare sui disegni di varia natura, o integrazioni tra più stili. Insomma, anche in questo caso val certamente la pena ricordare come il punto di partenza nell’individuazione del miglior tatuaggio non possiate che essere voi stesse: provate pertanto a pensare a quello che desiderate poter replicare sulla vostra pelle e quali sono i significati che desiderate ricollegare a quel tatuaggio.

Se poi volete avere una mano d’aiuto per poter comprendere quale possa essere un primo modello sul quale poter lavorare insieme al vostro tatuatore, oggi abbiamo il vivo piacere di mostrarvi una gallery con oltre 40 diverse fotografie che vi permetteranno di farvi un’idea iniziale delle opportunità che potete liberamente utilizzare e sposare per la vostra esigenza di body art.

Cercate pertanto di sfogliare la gallery di cui sotto con la giusta curiosità e passione che dovreste avere nell’avvicinarvi a questo settore, e provate a comprendere se qualche foto sia o meno in grado di catturare la vostra attenzione più di altre. Parlatene poi con un buon tatuatore, non prima di aver cercato di analizzare in che modo poter personalizzare il modello proposto per sentirlo ancora più “vostro” e unico.

Gli uomini con i tatuaggi sono più attraenti?

Gli uomini con i tatuaggi piacciono di più o di meno? Cerchiamo di svelare questa piccola curiosità nel nostro nuovo focus sui tattoo!

uomo tatuato

La domanda potrebbe avere numerose sfaccettature tra le risposte dei nostri lettori e delle nostre lettrici, ma cerchiamo comunque di fornire un contributo alla questione oggetto del nostro post odierno, che si domanda se gli uomini con i tatuaggi siano più attraenti di quelli che invece non sfoggiano una simile opera di body art. Insomma, tatuarsi ci rende più affascinanti e in grado di generare un’attrattività distintiva nella popolazione femminile, oppure il tatuaggio non sposta gli equilibri di bellezza e di attrattività in un uomo, essendo ben altri gli elementi che potrebbero condurci in uno stato di sex appeal?

Come sono cambiati i tatuaggi nell’immaginario collettivo

tatuaggi sulle spalle e sul petto

Per poter rispondere alla questione protagonista del nostro approfondimento, non possiamo non introdurre come nel corso dei decenni la concezione dei tatuaggi nell’immaginario collettivo sia cambiata radicalmente.

C’era infatti un periodo, non tanto tempo fa, in cui i tatuaggi erano considerati dei tabù per i “gentiluomini”, essendo dei “marchi” impressi su galeotti o poco di buono. Oppure su marinai, che erano abitudinari a condire la propria pelle con tattoo particolarmente significativi.

Le cose oggi sono evidentemente molto cambiate, visto e considerato che nel solo Regno Unito ci sono 20 milioni di persone con un tatuaggio, e che negli Stati Uniti le proporzioni sono piuttosto simili. Secondo un rapporto Pew, inoltre, il 40 per cento dei millennials ne aveva uno appena dieci anni fa, con una percentuale che potrebbe essere accresciuta ulteriormente negli anni successivi.

I tatuaggi in Italia

E nel nostro Paese? Stando a una ricerca condotta dall’Iss e dall’Istituto ricerche e analisi di mercato Ipr Marketing, su un campione di 8.000 persone dai 12 anni in su, ad essere più tatuate sono le donne (13,8%) rispetto agli uomini (11,7%), i quali preferiscono tatuarsi braccia, spalle e gambe, mentre le donne puntano soprattutto alle caviglie, alla schiena, ai piedi.

A chi piace il tatuaggio

yoga e tattoo

Secondo un recente sondaggio commissionato da EcigaretteDirect, il tatuaggio piace a molti e a molte, ma non a tutti e a tutte. In particolar modo, sembra che gli uomini non gradiscano i tatuaggi sul corpo delle donne, tanto da introdurli al primo posto negli elementi che entusiasmano di meno nell’universo femminile, con il 37%, davanti all’alito cattivo con il 28%, al fumo con il 17%, ai troppi piercing con il 10% e alle unghie rosicchiate con il 5%.

E sugli uomini? Per saperlo dobbiamo ricorrere a uno studio polacco che è stato recentemente pubblicato sulla rivista Personality and Individual Differences, secondo cui le donne pensavano che i maschi con un tatuaggio sembrano più sani delle persone che non hanno un tatuaggio.

Di salute, però, si tratta: lo studio sembra infatti confermare che la presenza di un tattoo non sembra rendere più attraenti gli uomini agli occhi delle donne. Però, è anche vero che lo studio sottolinea come gli uomini che possedevano un tatuaggio venivano ritenuti “peggiori”, sia come partner che come padre. Generalmente, chi ha un tatuaggio viene interpretato come un uomo più maschile, più dominante, più aggressivo.

Alla luce di ciò, i ricercatori hanno dunque concluso che i tatuaggi possono avere una doppia funzione. Da una parte, i tattoo possono influenzare le preferenze femminili, dall’altra parte sono importanti anche per la concorrenza tra gli uomini.

Al di là di questo, una cosa sembra essere certa: il ruolo dei tatuaggi è sempre più centrale e sempre più diffuso nella nostra società, e tanti sono i significati che è possibile ricollegare alla presenza di queste opere di body art nella superficie del corpo femminile e maschile. E voi che cosa ne pensate?