costo tatuaggi
credit: stock.adobe.com/Drobot Dean

Sono queste solamente alcune delle domande che tutte le persone che si stanno avvicinando a questo mondo sono solite compiersi e… con una buona giustificazione: sapere quanto costa farsi un tatuaggio permette di comprendere se il tatuatore che abbiamo davanti stia lavorando evidentemente sottocosto o sopra i livelli di mercato, e andare così a migliorare di elementi di ponderazione la propria scelta.

Ma quale è il costo tatuaggio?

Da cosa dipende il costo di un tatuaggio

Alla domanda “quanto costa fare un tatuaggio”, la risposta non può che essere: “dipende”!

Ci sono infatti una lunga serie di elementi che potrebbero impattare più o meno negativamente sul budget da stanziare questa opera artistica e, nella speranza di farvi cosa gradita, di seguito abbiamo riassunto i principali:

  • grandezza del disegno: a parità di altre condizioni, più è ampio il disegno e maggiore sarà anche il prezzo percepito dal tatuatore;
  • complessità del disegno: sempre a parità di altre condizioni (una costante che ometteremo nel corso dei prossimi punti), se il disegno è molto complesso – ad esempio, ricco di sfumature e dettagli miniaturizzato – il costo tenderà a lievitare rispetto ai disegni più semplici;
  • colore o bianco e nero: i tatuaggi colorati tendono a costare di più rispetto ai disegni che sono realizzati in bianco / nero;
  • professionalità del tatuatore: è un elemento particolarmente delicato ma… se pretendete di lavorare con un tatuatore particolarmente professionale, e attento più di altri all’igiene, alla fase di consulenza  preventiva e ai consigli per la cura, dovrete mettere in conto l’idea di pagare un po’ di più;
  • fama del tatuatore: più il tatuatore è famoso e più avrà clienti; più avrà clienti e più tenderà ad impostare delle tariffe più elevate.

Gli elementi che potrebbero impattare sul prezzo del tatuaggio non finiscono certamente qui. Per esempio, è noto che nelle grandi città la concorrenza tra i tatuatori è maggiore, ma questo non significa che i tattoo costeranno di meno (anzi!). Un altro elemento determinante del prezzo del tattoo potrebbe essere anche legato alla qualità degli strumenti: più sono prelibati e di “livello”, più il tatuatore vorrà (giustamente) essere pagato di più.

Quanto costa fare un tatuaggio

A margine di quanto sopra vogliamo comunque fornire alcune stime di massima per poter cercare di capire quale sia il costo di un tatuaggio.

Fermo restano che probabilmente sarete in grado di trovare offerte più economiche e proposte più care, generalmente il costo di un tatuaggio piccolo parte da circa 60 – 80 euro, mentre il costo di un tatuaggio medio grande parte da circa 200 euro.

Come abbiamo avuto modo di precisare più volte nelle scorse righe, non esiste comunque un unico termine di riferimento per poter comprendere e prevedere quale sia il “giusto” prezzo di un tatuaggio.

Per quanto attiene ad esempio i tatuaggi di grandi dimensioni, molto cambia a seconda del numero di sedute che servono per poter eseguire e completare il lavoro, e della durata di ogni sessione di lavoro. Se poi il tatuaggio oltre ad essere grande è ricco di colori, allora è possibile che il prezzo possa essere incrementato di circa un terzo, proprio a causa dell’uso di particolari pigmenti.

Riassumendo, per quanto concerne i prezzi dei tatuaggi semplici, si parte dai 60 – 80 euro di tatuaggio piccolo, come quelli che generalmente si fanno su polso, collo o piede, per arrivare a superare agevolmente i 200 – 300 euro in caso di tatuaggi più ampi, come quelli sulle spalle, sulla schiena e sul petto.

In caso di prezzi dei tatuaggi complessi e particolareggiati, invece, il prezzo parte da 150 – 200 euro per quelli piccoli, per poi arrivare a superare anche i 1.000 – 2.000 euro per quelli più grandi.

Approfondimenti e credit