Samurai tattoo

E anche se non si tratta di un vero e proprio tatuaggio tradizionale in Italia, ha un buon seguito, soprattutto tra le persone che ammirano il Giappone.

I disegni dei samurai tattoo sono peraltro molto dettagliati e molto colorati, e anche se sono disponibili in una varietà di dimensioni e stili, la maggior parte di loro sono più grandi a causa proprio della necessità di applicare specifici dettagli ricchi di significato.

Generalmente, questi tatuaggi rappresentano i tratti e gli attributi del samurai e spesso simboleggiano la forza e il coraggio, insieme ad una serie di altri simbolismi secondari.

Significati

Il tatuaggio samurai può rappresentare una varietà di significati diversi. Poiché ci sono molte variazioni, i significati possono differire da una variante all’altra, anche se generalmente si suole ricorrere alla possibilità di trasmettere sensazioni di:

  • forza,
  • coraggio,
  • onore,
  • nobiltà d’animo,
  • autodisciplina,
  • frugalità,
  • rispetto.

Dal momento che i samurai praticavano una filosofia di vita particolarmente rigorosa, improntata al coraggio e alla “spendita” di se stessi per un fine superiore, questi tatuaggi possono anche essere usati per ricordarsi di vivere ogni momento come se fosse l’ultimo.

Storia

Quando si tratta di tatuaggi tradizionali giapponesi, nessuno può garantire un maggiore simbolismo del tatuaggio samurai. Sono stati d’altronde una scelta molto popolare per tanti anni in Giappone, anche se ora, con il loro aumento di popolarità nelle culture occidentali, possono essere trovati in tutto il mondo, e non solo tra gli uomini.

Giova qui ricordare che i samurai hanno una ricca storia di tradizioni e valori. E, ancora oggi, continuano ad essere tra i guerrieri più ammirati di tutti i tempi. La parola “samurai” deriva dalla parola “saburau”, che significa “servire”.

La vita dei samurai

Per capire quale sia il significato del tatuaggio dei samurai, giova condividere brevemente quale sia stata la loro “vita”. Ci si aspettava infatti che i samurai vivessero in maniera rigida seguendo un certo modo di vivere che rappresentasse onore, nobiltà e servizio.

Il XIII secolo, in particolare, ha visto l’ascesa del buddismo Zen, che ha permesso ai samurai di adottare tale standard e tale condotta sulla loro “via”. La meditazione Zen divenne in particolar modo molto importante per poter applicare una profonda disciplina, e non solo nell’arte della guerra. Il buddismo ha altresì condotto i samurai ad eliminare alcune pratiche che erano invece in uso in precedenza, come le uccisioni evitabili.

Ad ogni modo, più di ogni altra cosa, i samurai erano noti per le loro capacità di combattimento, in particolare per le arti marziali. Con l’influenza del buddismo, sono poi stati addestrati ad essere disciplinati nel loro approccio. Con la nuova pratica e le loro capacità, divennero dunque una sorta di guerrieri per eccellenza del loro tempo. Iniziarono in particolar modo a seguire la pratica del “Bushido“, che rappresentava “la via del guerriero“. Hanno costruito i loro principi sul coraggio, sul rispetto, sull’onore e sull’autodisciplina, valorizzando questi principi sia nella vita che nella morte.

Il Buddismo Zen ha anche insegnato ai samurai a superare la paura di uccidere e la paura della morte. Ha insegnato a mantenere la propria vita in perfetto ordine e, in fin dei conti, ciò ha finito con il favorire matrimoni in giovane età: i samurai si sposavano e avevano figli per assicurarsi che la loro classe sociale continuasse a vivere.

Aspetto del tatuaggio

Dal momento che i tatuaggi samurai sono associati alla cultura del Giappone, sono spesso arricchiti da vari simboli della cultura del Paese asiatico. Di solito, sono ritratti con la loro katana, e sono a volte associati con il fiore di ciliegio.

Ci sono altresì molti altri simboli ed elementi che si possono ritrarre con i samurai, come i draghi, le geishe, lo yin-yang, o le tigri. Possono anche includere i Kanji, i simboli della scrittura giapponese, con caratteri di derivazione cinese.

Il tatuaggio può anche mostrare il samurai in diverse posizioni. Possono essere ritratti con la loro katana in mano o a cavallo. Essi possono essere disegnati per sembrare senza paura o in pace.

Proprio per questa ampissima serie di varianti, il nostro suggerimento è quello di dedicare molto tempo alla ricerca del proprio tatuaggio ideale, assicurandosi di aver compreso completamente ciò che il tatuaggio rappresenta. Non affrettatevi dunque a far inchiostrare la vostra pelle, e cercate di non agire di impulso!