Gli antichi egizi furono i primi, di cui si hanno notizie, a disporre di tatuaggi e simboli con significati specifici per i tattoo. Una parte di questo merito è legato al fatto che gli egizi avevano un alfabeto basato su immagini, i geroglifici, e che ogni ‘lettera’ era basata su una scultura, su un animale o su una divinità fondamentale per l’antica cultura egiziana.

Da quanto sopra ne è scaturita una sostanziale evidenza: sono davvero tantissimi i simbolismi egizi che è oggi possibile ritrarre sulla propria pelle ma… siamo sicuri di conoscere esattamente il loro valore?

Cominciamo da Ankh, conosciuta anche come la “Chiave della Vita”: simbolo di amore ed eternità, è spesso raffigurato con l’occhio di Ra. Anubi è invece la figura con la testa di sciacallo, in grado di rappresentare il dio dei morti e dell’aldilà. Simboleggia il lato ottimistico della morte, concentrandosi sulla pace, la protezione e il rispetto che ne derivano.

L’occhio di Horus, nell’antico Egitto, era l’occhio del Dio del cielo. Come disegno per tatuaggio, l’occhio sinistro di Horus simboleggia “il dono della vita”. L’occhio di Ra era invece l’occhio destro di Horus, poi diventato – appunto – di Ra, che simboleggia la massima protezione e funge da “eterno osservatore”.

Scorrendo l’elenco dei principali tattoo egiziani, c’è poi Iside, una dea egiziana è ancora oggi venerata dai pagani, che rappresenta la natura, la fertilità e la maternità. Il Re Tut, il più famoso giovane re dell’antico Egitto, simboleggia il potere, l’edonismo e la regalità. La mummia, quale corpo imbalsamato, rappresentano invece il potere e la vita dopo la morte.

Tra gli altri simboli non possiamo non compiere un breve cenno al faraone, leader non solo membri reali della società, bensì trasposizioni degli dei sulla Terra. Il faraone simboleggia il potere supremo e la leadership incrollabile. La piramide, in qualità di maestosa struttura creata dall’uomo, rappresenta la forza, la resistenza e il nostro posto nell’eternità.

Compiamo altresì un breve cenno alla Regina Nefertiti, donna che ha guidato una rivoluzione religiosa e che ha portato il monoteismo in tutto lo Stato. Per questo motivo Nefertiti è spesso simbolo del potere femminile, di prosperità e di progresso.

Altro simbolo tradizionale è quello dello scarabeo, che in antichità si credeva facesse rotolare il Sole nel cielo, e quindi rappresentante della creazione. La sfinge, come un leone con la testa di una donna, è un simbolo di mistero e pericolo.

Insomma, tantissimi tattoo tra i quali scegliere quello più affascinante. Che siate innamorati dello stile unico di questi simboli o del mistero della cultura egiziana, siamo certi che riuscirete a trovare quel che fa per voi!