Il mare è un luogo sereno ed evocativo… o pericoloso e inquientante. Merito, o colpa, anche degli animali che vi abitano, e che – soprattutto per quanto concerne gli specchi d’acqua più vasti, come gli Oceani – lasciano sempre un’aria di incertezza e di curiosità.

Detto questo, il numero di diverse creature che risiedono nell’oceano è talmente vasto che vi offrirà molte opzioni per trovare il vostro animale di riferimento per un prossimo tatuaggio.

Se poi volete trovare una soluzione più particolare e meno “battuta”, c’è una opportunità davvero ghiotta: mettete da parte gli animali marini più popolari, come gli squali, le orche, le tartarughe marine e i pesci tropicali, e abbracciate con convinzione la manta, un animale che sta prendendo vigore in termini di tattoo. Non è una vera e propria sorpresa, ma val comunque la pena concentrarsi un po’ su tale scelta.

Cos’è la manta

La manta è un animale affascinante, che colpisce per le sue enormi dimensioni e per la sua colorazione. Queste creature, così belle e calme, si distinguono dalle razze perché non hanno la spina dorsale sulla coda per difendersi dai predatori.

Le mante si possono trovare in quasi tutte le acque del mondo, tendenzialmente tropicali o almeno leggermente calde. Mangiano filtrando l’acqua in cui nuotano per trovare le più piccola prede, e sono in grado di farlo utilizzando le loro pinne cefaliche per spingere l’acqua in bocca. Al di fuori di questi semplici comportamenti, non si sa molto della manta in termini di storia e abitudini, sebbene si pensa che possano essere degli animali piuttosto longevi, in grado di vivere anche oltre 20 anni.

Il loro nome

Il loro nome deriva da ‘mantello’. Pertanto, il termine ‘manta’ descrive proprio il corpo grande di questo animale, che potrebbe essere confuso con un mantello mosso dalle correnti marine, o una grande coperta. Da adulte, d’altronde, le mante sono davvero grandi, e questa è anche una delle loro migliori difese, perché non avendo la spina dorsale nella coda come gli altri membri della loro famiglia, peccano di un’importante arma di difesa. Inoltre, hanno cervelli molto grandi rispetto al loro corpo.

Significato tatuaggio manta

Il tatuaggio della manta è molto significativo ed evocativo, anche se non tutte le persone ne sono pienamente consapevoli.

Innanzitutto, è bene sottolineare che il tatuaggio della manta ha come principale significato quello di rimanere fedeli a noi stessi e fiduciosi nelle proprie capacità. Poiché la manta è in grado di navigare nell’oceano e in diverse profondità, è una sorta di “invito” ad augurarsi di arrivare a destinazione, a patto di essere in grado di crederci, e di continuare ad andare avanti.

Per alcune culture, inoltre, l’acqua è un simbolo delle nostre emozioni e, dunque, il fatto che la manta sia in grado di muoversi in queste acque ininterrottamente, è una rappresentazione della nostra capacità essere consapevoli delle nostre emozioni e percorrere la nostra vita con calma e serenità.

Insomma, il tattoo della manta è il simbolo giusto per mostrare che vogliamo ottenere ciò che desideriamo nella vita indirizzando la nostra energia verso le strade più appropriate. Non solo: il tatuaggio con la manta può anche ricordarci di mantenere la calma e non lasciare che le nostre emozioni prendano il sopravvento su di noi.

Alternative tattoo manta

Tra le varie declinazioni più comuni del tatuaggio della manta, uno dei più popolari è il tatuaggio tribale, un’immagine molto simbolica per alcune popolazioni esotiche. Le mante vivono in acque polinesiane oltre che in altre acque tropicali, e le popolazioni indigene della Polinesia continuano a ritenere che la manta sia un simbolo di saggezza e di forza. Per loro la manta è un guardiano dello spirito, per cui avere un segno sul proprio corpo del tatuaggio tribale della manta, è un modo per proteggere il proprio spirito.

E voi che ne pensate? Vi piacciono i tatuaggi con le mante?