orso

I tatuaggi degli orsi non sono niente di nuovo nel mondo dei tattoo, considerato che questi giganteschi animali hanno a lungo affascinato le persone in tutto il Pianeta, e per molto tempo. Per poter comprendere veramente il significato di questi tatuaggi, però, dovremmo prima guardare al significato che esso offre alle varie comunità che lo hanno utilizzato da diverso tempo e, dunque, introdurre un po’ di storia del tatuaggio orso & co.!

La storia

L’orso è una creatura molto venerata in diverse culture e comunità. Non molti sanno, ad esempio, che la menzione più remota dell’orso si trova nell’Antico Testamento della Bibbia, o che l’orso è sempre stato anticamente citato in diverse culture, dall’antica Grecia all’Egitto, con gli antichi popoli che credevano che il Grande Orso potesse essere trovato nella costellazione dell’Orsa Maggiore, comunemente chiamata il Grande Carro.

I Greci credevano che il simbolo dell’orso fosse l’incarnazione della Dea Artemide mentre i Romani attribuivano a tale immagine quella della Dea Diana, la dea della caccia e degli animali selvatici.

In Russia, l’orso bruno è ampiamente considerato un vero e proprio simbolo per tutto il Paese, ed è stato utilizzato fin dal 16mo secolo in varie forme d’arte. I Celti lo usavano come simbolo di guerra, e lo chiamavano “il nonno” perché credevano che fosse un antenato dei Lapponi.

I nativi americani veneravano l’orso credendo che fosse un essere soprannaturale e, a volte anche una divinità.

Il significato

Dopo aver compreso che l’orso è effettivamente un simbolo in molte culture, non sfuggirà comprendere che il suo significato tende a variare con le varie consuetudini in cui si è facilmente introdotto.

Per esempio, le tribù dei nativi americani come gli indiani Sioux e i Pueblo, hanno interpretazioni diverse. I secondi credevano che l’orso rappresentasse la caccia, la guarigione e la battaglia, mentre i primi credevano che possedesse le forze del vento, confondendo i nemici e la capacità di trovare le cose.

In linea di massima, non ci sono sorprese nel verificare che esistono così tante interpretazioni dell’orso: è una creatura affascinante, gigantesca, con una imponenza che attrae e impaurisce.

Ad essere numerose sono anche le varie specie. L’orso nero non è aggressivo come i suoi cugini, e preferisce nascondersi dal pericolo piuttosto che affrontarlo. Tuttavia, è associato con l’astuzia e l’acutezza mentale. L’orso grizzly è molto aggressivo ed è quindi associato al pericolo e alla forza. Quindi, dovresti scegliere la specie di orso che meglio può simboleggiare il tuo carattere.

Ad ogni modo, qualunque sia la tua interpretazione, ci sono alcuni significati comuni a qualsiasi tatuaggio dell’orso:

  • forza,
  • protezione,
  • maternità,
  • potenza,
  • fiducia,
  • spiritualità.

Le tipologie e le varianti

Una prima variante del tatuaggio con l’orso è quella dell’orsacchiotto. Gli orsacchiotti sono adorabili, e non importa l’età che si ha: in ogni caso, rappresenteranno l’amore, l’affetto e l’innocenza. Questi tipi di tatuaggi sono più femminili che maschili, e sono infatti più comunemente indossati dalle donne, anche se alcuni uomini scelgono di adottarli per rappresentare il loro lato più premuroso e gentile.

Un’altra variante è quella dell’artiglio dell’orso o la sua zampa. Gli orsi hanno cinque artigli non retrattili, e mostrano l’aspetto più aggressivo dell’orso, che è opposto a quello che indica l’orsacchiotto di cui sopra abbiamo brevemente parlato. Oltre a ciò, mostrano anche stabilità e mobilità, mentre alcuni la considerano un segno di buona fortuna.

Un’ulteriore scelta potrebbe essere quella dell’orso dei cartoni animati. Così come gli orsi sono stati largamente utilizzati in varie culture, lo stesso si può dire per quanto concerne la loro influenza nelle varie forme d’arte moderna, compresi i cartoni animati per bambini. Il cartone animato più comune che ha un orso come protagonista è quello di Winnie the Pooh, ma anche i cartoon di Yoghi e Bubu sono particolarmente diffusi in tutto il mondo.

A te la scelta!