Se stai cercando un tatuaggio che possa garantirti una protezione definitiva, o il supporto di un essere divino per confortarti quando sei solo, allora dovresti seriamente valutare un bel tatuaggio con San Michele.

Ma che cosa significa questo tatuaggio? Sei a conoscenza della storia dei tatuaggi di San Michele?

Cerchiamo di riassumere tutto ciò che dovresti sapere!

La storia

Una decina di anni fa, i ricercatori hanno scoperto una antica mummia nel Nilo, in Sudan, con un tatuaggio sulla coscia. Secondo gli esperti che hanno effettuato una scansione dei resti, la mummia (di una donna che potrebbe essere morta all’età di 20 – 25 anni) aveva sulla coscia un monogramma di diverse lettere che significavano, appunto, San Michele. Si tratta di una scoperta rara, perché è stata la prima di questa parte del continente africano.

Ma è davvero così? Naturalmente, ferma restando la diversità temporale tra la nascita del culto di San Michele e l’anzianità della mummia, nonostante la scoperta gli scienziati non hanno potuto dire quale fosse lo scopo del tatuaggio a causa di informazioni inadeguate. Tuttavia, questo non ha impedito alle persone di trovare possibili significati di questo tattoo, con alcuni che ritengono che questo tatuaggio significasse espressione di fede, riverenza o ricerca di intercessione del santo.

Inoltre, la persona responsabile del disegno del tatuaggio rimane un mistero, nonostante le ricerche approfondite che hanno avuto luogo in questa regione. Un’altra questione emersa dopo tale scoperta era il tipo di abbigliamento indossato dalle donne della regione del Nilo a quel tempo. Esaminando il posizionamento del tatuaggio, è possibile che indossassero gonne molto corte, ma non è chiaro se questo fosse o meno un tatuaggio nascosto.

Dove tatuarlo

Dalla scoperta fatta nel Nilo, uno dei luoghi dove si può avere un tatuaggio di San Michele è certamente la coscia. Le altre parti del corpo dove il tatuatore può progettare questo tipo di tatuaggio includono braccia, spalle, schiena e collo.

Evidentemente, la scelta del luogo in cui è possibile progettare il tatuaggio dipenderà dal fatto che si desidera nasconderlo al pubblico o meno.

Le varianti

Abbiamo visto diversi tipi di tatuaggi di San Michele. Uno dei più noti è quello che fa riferimento al tatuaggio dell’Arcangelo, con caratteristiche dettagliate e sfumature molto elaborate che sono di grandissima tendenza, e che potranno trasmettere – per le persone che ne hanno sufficiente fede – elementi di protezione di questo santo.

Un’altra variante è quella di San Michele alle prese con la lotta con il nemico e, in particolar modo, di Satana. Ancora, è molto utilizzato il tatuaggio di San Michele che combina, oltre che questo aspetto di riproduzione grafica, anche un testo, come un passaggio di una scrittura religiosa particolarmente di ispirazione.

Ulteriormente, spesso San Michele è ritratto come un angelo, aggiungendo così più valore alla tua vita spirituale, soprattutto se progettato con colori brillanti come il rosso e il giallo, tra gli altri. Le ali aperte del tatuaggio mostra un angelo che vola dal cielo per venire in tuo soccorso, ogni volta che avrai problemi nella tua vita.