Il tatuaggio del pugnale non viene considerato un vero e proprio tatuaggio “tradizionale”, anche se sono tantissime le persone che si dichiarano attratte da questo particolare disegno.

I motivi sono evidentemente molto vari, ma il fatto che il pugnale abbia così tanti significati facilmente associabili finisce con il giocare un ruolo di favore nella diffusione di questo tattoo.

In questa sede di premessa, notiamo fin da subito come la maggior parte dei tatuaggi con il pugnale siano di medie dimensioni, e che la sua forma (stretta e lunga) predisponga il tattoo ad essere inchiostrato meglio su alcune parti del corpo, come ad esempio braccia, gambe, fianchi o schiena.

In questo nostro approfondimento, cercheremo di esplorare i disegni e i significati del tatuaggio del pugnale, dedicando a questo design una gallery finale. Speriamo che tali spunti vi siano utili per poter orientare con maggior successo il vostro prossimo tatuaggio!

Il pugnale

Nella storia il pugnale ha quasi sempre rappresentato un simbolo di arma da combattimento, con una lama corta e una punta molto affilata usata per trafiggere. La maggior parte dei pugnali dispongono di una guardia incrociata completa, al fine di evitare che la mano scivoli verso il basso, sulla lama affilata ferendo l’aggressore.

Per quanto concerne la sua forma, è facile ricondurre il suo “disegno” all’epoca preistorica: i pugnali sono stati utilizzati per il combattimento ravvicinato in diverse civiltà nel corso della storia umana.

Nel Neolitico i pugnali erano ad esempio costituiti da oggetti come ossa o avorio, mentre i primi pugnali metallici, fatti di rame, comparvero solo durante l’età del bronzo, intorno al 3000 a.C. Nell’Egitto pre-dinastico, pugnali più elaborati vennero indossati come oggetti cerimoniali o decorativi (anche nella tomba di Tutankhamon furono trovati due pugnali).

Nonostante l’avanzata della tecnologia, ancora nella prima guerra mondiale i soldati al fronte usavano i pugnali per le guerre di trincea e, dopo la guerra, gli stessi pugnali erano orgogliosamente esposti come segno di servizio in prima linea.

I pugnali più famosi

Il pugnale è un’arma diffusa in moltissime culture, e in quasi tutte le parti del mondo, dove ha diversi significati e diverse valenze.

Per esempio, il seppuku è una nota forma di suicidio rituale giapponese, originariamente riservato ai samurai, ma in seguito adottato da chiunque voglia ottenere una morte onorevole. Questo rituale viene eseguito con un pugnale giapponese chiamato tantō e, in origine, venne applicato per assicurarsi di morire meritevolmente, spesso per correggere il disonore o la vergogna che i suicidi portavano su se stessi.

Il pugnale ha poi sempre rappresentato un’arma ideale per un attacco furtivo, tanto che molti assassinii sono stati realizzati proprio con i pugnali, compreso quello di Giulio Cesare. Ancora, secondo la leggenda arturiana, Re Artù stesso indossava un pugnale di nome Carnwennan, che si diceva avesse la capacità di nascondere il suo portatore nell’ombra. E nelle storie di Tolkien, l’hobbit Bilbo Baggins portava con sé un lungo pugnale elfico.

Significati tatuaggio con pugnale

Come abbiamo già rammentato nelle righe di cui sopra, il tatuaggio con il pugnale può contenere una varietà di diversi significati simbolici per coloro che lo indossano. Nel corso degli anni, diverse varianti si sono sovrapposte andando a rendere questo tattoo particolarmente flessibile. Peraltro, uno dei grandi vantaggi del tatuaggio del pugnale è che tale disegno può facilmente mescolarsi con altri simboli, come le rose, i serpenti, le rondini, i cuori, i teschi, le fiamme, i draghi, le piume e altro ancora!

Qualche esempio? Scorriamo brevemente le principali ipotesi:

  • pugnale che perfora un cuore: rappresenta il tradimento, un cuore spezzato, o l’amore perduto;
  • pugnale e teschio: simboleggia la morte, la memoria, la protezione e il coraggio;
  • pugnale e rosa: simboleggia la dura realtà della vita, e rappresenta la forza necessaria per resistere alle difficoltà della propria esistenza;
  • pugnale e rondine: popolare tra i marinai, la rondine rappresenta fortuna, ricchezza e un viaggio sicuro. Questo tatuaggio potrebbe esprimere la speranza di un certo ritorno a casa;
  • pugnale insanguinato: può rappresentare la morte, il sangue versato e il sacrificio.

Si tratta evidentemente solo di alcune delle tante e diverse varianti dei tatuaggi del pugnale, a dimostrazione della facilità di personalizzazione di questo tattoo. E voi che ne pensate?