L’architettura giapponese è tra le più riconoscibili e creative del mondo e… non è certamente una sorpresa che questo approccio così sofisticato al design abbia finito con il rendersi protagonista di numerose tipologie di tatuaggi, straordinariamente appaganti per i loro dettagli e la incredibile colorazione di cui possono essere dotati.

In questo contesto, una delle tendenze più particolari, non troppo diffusa e, proprio per questo motivo, in grado di rappresentare una piacevole nicchia da esplorare e da abbracciare, è costituita dai tatuaggi del tempio giapponese. Ma che cosa significa?

Tatuaggi tempio, la loro origine

Iniziamo con il rammentare che l’origine di questi tattoo è, evidentemente, quella del territorio nipponico, dove peraltro un tempo i tatuaggi erano completamente illegali. L’utilizzo dei tattoo era sostanzialmente ricollegabile all’appartenenza della persona a una organizzazione criminale, e ancora oggi questa impressione è lungamente diffusa nel Paese, tanto che in alcuni locali è ancora impedito l’ingresso agli uomini che hanno dei tatuaggi.

Detto ciò, i templi giapponesi hanno rappresentato una scelta molto popolare in Giappone tra coloro che avevano comunque volontà di sposare questo approccio di body art. Il motivo è abbastanza semplice: dovendosi tatuare qualcosa di particolarmente rappresentativo, molti uomini finivano con il replicare sulla propria pelle un oggetto con il quale sentivano un profondo legame spirituale.

Significati del tatuaggio con il tempio

I templi sono generalmente destinati a rappresentare il risveglio spirituale, la crescita emotiva e l’interconnessione con la natura. Proprio per questo motivo, i tatuaggi con il tempio vengono scelti soprattutto da quelle persone che desiderano comunicare la loro rispondenza a queste ispirazioni.

Trattandosi di tattoo particolarmente definiti, è opportuno che il tatuatore presti particolare attenzione alla realizzazione del suo elemento principale, la facciata, che dovrebbe istantaneamente suscitare il rispetto per la natura e il richiamo al potere dell’uomo. Tali rappresentazioni sono spesso ricercate da coloro che vogliono mostrare il proprio rispetto spirituale per la natura e la propria forma fisica e spirituale, ma non è detto che non si possa optare per altri simbolismi meno noti.

In linea di massima, sintetizzando il principale segno di questi tattoo, possiamo tuttavia concludere che i tatuaggi dei templi giapponesi mostrano la connessione tra il rispetto per se stessi e il rispetto che si prova per il mondo che… al di là della vostra pelle.

Tra tutti gli stili e i disegni giapponesi, i templi sono uno dei più venerati, non solo per i loro dettagli sorprendenti e il loro simbolismo impressionante, ma anche per il loro intrinseco rispetto per la spiritualità e la natura. E voi che ne pensate?