I tatuaggi zombie sono diventati estremamente popolari nel corso degli ultimi anni, grazie all’influenza che serie tv, film, letteratura e tutto ciò che riguarda il genere horror ha impattato sulla nostra quotidianità.

Non sfugge, peraltro, pensare che sebbene i film sugli zombie sono stati in voga anche qualche decennio fa, solamente di recente, complice l’avvento degli effetti speciali avanzati, e il lancio di alcune serie tv (come The Walking Dead), abbia visto i morti che cammino diventare pienamente mainstream. Ne è derivata anche un’altra conseguenza: i tatuaggi zombie sono diventati super-diffusi e super-apprezzati!

Sia che voi siate dei grande fan del genere tv horror o che siate invece più amanti dei classici della letteratura zombie, di seguito troverete alcuni spunti per poter ottenere il meglio da questo settore!

Un’invasione di zombie

Anche se lo zombie è oggi estremamente popolare, è bene rammentare che non si tratta di un’attrazione iniziata poco tempo fa. Le origini della zombie-mania sono infatti risalenti a decenni fa, quasi agli albori del cinema, e ancora prima hanno abbondato di protagonismo diverse opere letterarie ora di culto.

Non tutti sanno, per esempio, che il concetto di zombie ha avuto origine nel folklore haitiano, e che queste creature non sono altro che esseri umani morti, e poi rianimati. Si tratta di creature on particolarmente pacifiche, visto e considerato che sono animate da un solo desiderio: infettare gli altri esseri umani, mordendoli.

Così affermato, risulta intuibile comprendere perché i tatuaggi di zombie siano generalmente pianificati usando una forma umana di “base”, con modifiche ad hoc, come la mancanza di parti del corpo, macchie di sangue, e brandelli di carne.

Trasformare le icone culturali

Uno dei modi più popolari e più seguiti per poter rappresentare gli zombie nella body art è quello di prendere delle icone culturali popolari e dare loro un makeover completo, in stile – appunto – zombie.

Per esempio, per coloro che odiano la popolarità di Hello Kitty o di Winnie the Pooh, trasformare questi adorabili personaggi dei cartoni animati in zombie assetati di sangue può essere piuttosto efficace.

Altre scelte ancora potrebbero essere quelle che portano a utilizzare le icone culturali del secolo scorso per trasformarle in mostri macabri. Ecco perché non sono poi così rari personaggi defunti, come Elvis Presley o Marilyn Monroe, che vengono tramutati in zombie.

Cosa significano i tatuaggi con gli zombie

Ma quali sono i significati dei tatuaggi con gli zombie? In realtà, non ci sono significati troppo precisi, perché molto dipende dal modo in cui lo zombie viene raffigurato.

Ecco perché, in fin dei conti, questi tatuaggi di zombie possono coprire l’intero spettro di significati, dalla paura al terrore, dall’orrore a tutto ciò di cui sono fatti gli incubi, dalla forza al potere, e così via.

E voi che ne pensate?